Information about a Facebook group:

LWITA.com - LightWave 3D Italia

x
Registered Wallflux!
 
Register your Wallflux Atom as well:


Read more about registration here
Members: 272
Available Wallflux feeds:


Recent posts:
12 (5 hours ago)

Clelio Rossi:

3dcoat è fantastico 2 (4 hours ago)


Mauro Sanna:

La resa è identica per via del pbr.
Sarà così anche su LightWave 2018, per lo stesso motivo. 2 (3 hours ago)


Angelo Maisto:

vabbe mi avete convinto ora pero bisogna creare una community come lwita blenderita, se nò a chi rompo le palle per i consigli 2 (3 hours ago)


Massimo Zuanazzi:

sto provando Eevee...non ho parole...paura!! (2 hours ago)


Rosario Marena:

Anch'io sto provando Blender. Notevole, davvero notevole. (2 hours ago)




1 (2 hours ago)

Timelapse of Death Star Construction

This is a personal project that I worked on with my brother. I enjoyed watching a little bit of Death Star assembly in Rogue One, but I wanted to see more. I came…

Simone Defendi:

Che meraviglia!!!! (2 hours ago)




19 (3 weeks ago)
Federico Fissore:

Se lo pubblichi i fai un fischio? mi piacerebbe vederlo! :D (3 weeks ago)


Francesco Azzinnari:

Ed a questo punto e difficile immaginarsi che cosa potrebbe proporre next che inciti a rimanere o a tornare. Sono curioso devo dire. Comunque, infatti avendo provato blender e l'ultima versione di modo, sarei meno stressato caso mai, anzi, il workflow lo sto piano piano spostando comunque 1 (3 weeks ago)


Federico Fissore:

Devo ammettere che son curiosissimo anche io riguardo al futuro di lw. ormai hanno un'occasione sola: RISING OR FALLING. (3 weeks ago)


Federico Fissore:

E spero che sia RISING. :D 2 (3 weeks ago)


Francesco Auzas:

Fabio, come è noto, lo scoglio maggiore di blender è la sua interfaccia davvero poco lineare (per chi non gli è avvezzo) rende difficile apprendere l'uso di un tale e pregevole software. Tu da dove hai iniziato ad apprendere? Tutorial o autodidatta? Onestamente io discostarmi dall'interfaccia di lw mi cagiona forti attacchi di peronospora inguinale, ma in attesa che in casa newtek si diano una mossa, per non restare con le terga per aria, preferisco iniziare a guardare altrove, e non vedo altro di meglio, dopo lw, quale suo degno erede, blender...
Dicci un po... Tu come hai iniziato i primi passi? 1 (3 weeks ago)


Fabio Annunziata:

Siccome si impara lavorando su progetti reali mi sono preso un rischio ed ho scelto di fare questo progetto a scadenza in Blender. Man mano che ci lavoravo cercavo le risposte, che puntualmente arrivavano. Nei tempi morti guardo tutorial random.
Poi impari gli shortcut per aggirare l’interfaccia ostica.
Così. 2 (3 weeks ago)


DomeNico Musilli:

Ciao Fabio, animazione o still? Mostraci qualcosa ddddddaaaiiiiii! Un pezzettino almeno. :) (3 weeks ago)


Lino Grandi:

L'interfaccia di Blender è eccezionale secondo me. Va solo studicchiata un pò. 5 (3 weeks ago)


Salvatore Ruiu:

Concordo quasi completamente..Blender è fantastico! Ma per il disegno architettonico preferisco Lightwave+Lwcad+Octane.... 1 (3 weeks ago)


Alessandro Melis:

Maya rulez! 😂 (3 weeks ago)


Paolo Zambrini:

Il motore di cinema è eccellente. (2 weeks ago)


Paolo Zambrini:

Basta pero' comprare la versione broadcast (1300 euro) e aggiungere corona e hai praticamente tutto. (2 weeks ago)


Paolo Zambrini:

Il problemone di c4d è che con 30mila istanze si inchioda già. Gestire scene complesse é più complicato che in lw, dove puoi creare milioni di istanze e il software rimane leggero. Anche usando visualizzazioni in bounding box cinema rallenta molto, bisogna usare trucchi come display a punti delle istanze o display di piccole percentuali di istanze per tenere tutto usabile. Si fa, ma lw in questo è meglio di tanti software. Inoltre cinema ha il grosso limite di non avere nodi. Se si è abituati a lw può sembrare un po' vintage. Inoltre i materiali di lw sono incredibilmente avanzati rispetto a qualsiasi programma (togliamo houdini e qualcun altro).. sarete sorpresi di quanto poveri sono i nodi in Max, vray, corona etc rispetto a lw. 1 (2 weeks ago)


Paolo Zambrini:

Insomma, non è tutto oro quel che luccica é passare ad altri software da lw rivelerà sempre qualche sorpresa sgradita. 1 (2 weeks ago)


Umberto Celentano:

Ragazzi le alternative come vedete ci sono e alcune sono anche molto allettanti e promettenti (Blender) ma credo che tutti noi vogliamo che LW viva ancora e risplenda di nuova luce perciò perchè non scassiamo un po' le palle a chi di dovere? Intendo i vertici della NewTek. Se i proprietari di LW non intendono più investire su questo prodotto allora che lo vendano a qualche azienda interessata a continuarne lo sviluppo seriamente. 2 (2 weeks ago)


Alessandro Melis:

Autodesk 😂😂😂😂 (2 weeks ago)


Umberto Celentano:

Non credo proprio che Autodesk sia intenzionata a comprarlo e poi io ho specificato che dovrebbero venderlo ad un'azienda intenzionata a continuare il suo sviluppo e ad investire su di esso. Se poi lo vendono ad AD allora sono dei coglioni davvero. 3 (2 weeks ago)


Lino Grandi:

Io sono d'accordo con Umberto per quanto riguarda Blender. Conosco diversi studi che lo hanno scelto per le proprie produzioni. Il grande vantaggio è che possono espanderne e personalizzarne i tool sia in Python che intervenendo direttamente sul codice sorgente. 1 (2 weeks ago)


Lino Grandi:

Se il nostro obbiettivo principale è quello di andare a fare la ruotina meccanica in qualche studio high end, Maya e Houdini sono la scelta giusta. Ma se invece abbiamo l'idea di lavorare su una produzione indipendente, fortunatamente abbiamo la possibilità di scegliere qualunque software, magari senza spendere un singolo euro. 6 (2 weeks ago)


Lino Grandi:

Meglio investire sulle persone. 5 (2 weeks ago)


Luca Burchietti:

Ohibò, visto come è iniziata la discussione mi aggrego dicendo che sono a fine di un lavoretto molto semplice fatto il Blender.
Si tratta di uno stand fieristico. In LW avrei impiegato 3 - 4 ore a fare tutto, in Blender ci ho messo circa 3 giorni. Naturalmente la lentezza è data dalla necessità di trovare i corrispondenti comandi/caratteristiche di LW.
Blender quando importi gli fbx acquistati (nel mio caso quelli di CGAxis) fa già i nodi dei materiali con le texture già assegnate.
Mi servirà un bel pò di tempo per essere produttivo e ancora di più prima di usarlo come LW.
Mi chiedo se sto puntando sul cavallo giusto, perchè come dice anche Mauro, in ambito pro non viene considerato.
Da freelance me ne potrei fregare facendo tutto internamente il problema è quasi solo d'immagine aziendale, va quasi da se che se usi un software costoso e "standard" (e acquistato...) ci sono buone probabilità che tu sia bravo. Il software libero in quanto gratuito si porta dietro un retrogusto di "voler fare le cose al risparmio" perciò meno pregiate.
Poi noi lo sappiamo benissimo che è il professionista che fa la qualità ma da fuori non è così scontato.
Ultima considerazione: la qualità di progetti che si trovano in rete:
quelli di Blender spesso sono belli;
quelli di Cinema4D, Maya, 3D Studio, ecc spesso sono meravigliosi.
La spiegazione grossolana che mi sono dato è che dietro ai secondi ci sono artisti con più esperienza e forse con più possibilità di investimento di tempo e risorse. (2 weeks ago)


Mauro Sanna:

Purtroppo la ruotina meccanica e` quella che da da mangiare per la maggiore, sia lo studio high end che piccolo. In entrambi i casi sei la ruotina.

Se invece sei il proprietario dello studio la cosa cambia. Li sei indi e quindi fai come vuoi.

I progetti indipendenti, aime`, non rappresentano la norma quando si deve portare a casa la pagnotta.
La norma e` il cliente che pretende una certa cosa em sempre aime`, spesso la pretende fatta con il software che dice lui (fortunatamente non e` la regola questa, ma tant'e`).

E` ovvio che partecipare a produzioni indipendenti ti permette, non sempre, di scegliere il software che piu` ti aggrada. (2 weeks ago)


Mauro Sanna:

Luca, non e` questione di cavallo giusto o sbagliato.

Se Blender ti permette di lavorare come facevi con LightWave, cioe` senza che nessuno ti rompa le palle e, di piu`, sempre se non hai bisogno di lavorare per realta` rodate e organizzate come gli studi blasonati o quelli meno conosciuti, ma che lavorano sempre per grandi produzioni (vedi Peerless Camera Company, formata da quattro gatti e la cui pipeline e`, ovviamente, Maya based), allora sei a posto.

La cosa piu` importante e` la tua clientela: se sei a posto con quella che hai, a questa non e` mai interessato una fava dei tool che usi, beh, cavolo, continua con Blender, perbacco!! :D (2 weeks ago)


Mauro Sanna:

Inoltre la conoscenza non e` mai uno spreco. Piu` ne sai e meglio e`!

Blender rimane un tool nel tuo arsenale. Non si sa mai! 2 (2 weeks ago)


Lino Grandi:

Esatto. Poi c'è una cosa da considerare. Il cambio software spaventa. Ma dobbiamo considerare che le basi del 3D sono fortunatamente le stesse per qualsiasi programma si decida di usare.
Quindi il problema principale, il vero scoglio da superare, è capire come fare nel nuovo ciò che facevamo con il vecchio. Scopriremo che ci sono operazioni più veloci e altre più lente, e che, alla fine, la velocità in produzione dipenderà per la maggior parte dalla nostra capacità di muoverci rapidamente tra i menu e le opzioni, e nella capacità di problem solving che è necessario acquisire.
Ecco, questa cosa si chiama esperienza con il software, e sicuramente richiede tempo. 3 (2 weeks ago)